Australia contro la Circoncisione come mezzo per prevenire HIV

image

 

La circoncisione maschile non ha alcun ruolo nel prevenire l’HIV

The Australian Federation of AIDS Organizations (AFAO) became the first medical society to recommend against male circumcision in their report: “Male Circumcision has No Role in the Australian HIV Epidemic” issued July, 2009.

La Federazione australiana di AIDS Organizzazioni (AFAO) divenne la prima grande federazione medica e una delle prima società a non raccomandare la circoncisione maschile.. nella loro relazione: ” La circoncisione maschile non ha alcun ruolo nell’epidemia di HIV in Australia”emesse luglio, 2009

The report made three, key points: there is no demonstrated benefit of circumcision in men who have sex with men; correct and consistent condom use, not circumcision, is the most effective means of reducing female-to-male transmission, and vice-versa; and African data on circumcision is context-specific and cannot be extrapolated to the Australian epidemic in any way.

…non c’è alcun vantaggio dimostrato nella circoncisione degli uomini che fanno sesso con gli uomini, l’uso del preservativo e non la circoncisione, è il mezzo più efficace per ridurre la trasmissione tra eterosessuali(donna-uomo)..

“In the twentieth century in industrialized countries such as Australia and the United States, circumcision became very popular for reasons that are not clear but do not appear to be directly related to religious or specific ethnocultural affiliation. This trend was reversed in Australia in the 1980s and 90s due to increased acceptance that circumcision provided no medical benefit.”

“The USA has a growing heterosexual epidemic and very high rates of circumcision10. Circumcision does not prevent HIV – in high prevalence areas it reduced the risk of female-to-male transmission. HIV acquisition rates were nevertheless high in both the circumcised and the non-circumcised groups involved in the trials.”

Punti chiave:

– Non vi è alcun vantaggio dimostrato che la circoncisione negli uomini diminuisce o previene l’HIV.

– Nel 2010 studi Australiani hanno dimostrato l’aumento del 20-40 % dell’HIV in soggetti circoncisi dalla nascita.

– Il corretto e costante uso del preservativo, non la circoncisione, è il mezzo più efficace per ridurre la trasmissione di HIV tra uomo-donna, e viceversa.

– La circoncisione maschile è una procedura chirurgica irreversibile

– Tasso di complicazione Circoncisione del 20,2% è stato trovato in Nigeria [Okeke]. infezioni da HIV sono maggiori in seguito alla circoncisione delle vergini, sia maschile che femminile, indicando le condizioni non sterili [Brewer; Stallings].

– Gli Stati Uniti hanno un’epidemia da HIV (eterosessuale) in crescita e alti tassi di circoncisione (da notare, negli Stati Uniti il 90% dei malati di HIV sono maschi) . La velocità di trasmissione di HIV è altissima in soggetti circoncisi, ridotta in soggetti non circoncisi. La circoncisione quindi non prevenire l’HIV.

– L’uso della circoncisione come metodo (inefficace) per ridurre l’HIV può influenzare negativamente l’uso del preservativo.

– Le donne di 15-24 anni sono a maggior rischio di acquisizione di HIV se hanno rapporti non protetti con partner circoncisi

– La circoncisione rituale africana è una via di trasmissione dell’HIV

– la circoncisione africana è responsabile ogni anno di almeno 20.000 morti

– La circoncisione ha una incidenza del 5-20% di complicanze

– Se gli uomini circoncisi hanno rapporti sessuali prima di cicatrizzazione aumenta la loro vulnerabilità all’infezione da HIV.

– JAIDS Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes , settembre 2010. HIV prevalenza tra gli uomini circoncisi (42,9%) è superiore rispetto a quella di uomini non circoncisi (21,6%).

– Male circumcision does not provide complete protection against HIV infection. Circumcised men can still become infected with the virus and, if HIV-positive, can infect their sexual partners.

image

– L’epidemia australiana

In Australia, rapporto anale è la modalità prevalente di trasmissione dell’HIV. Ci sono state alcune ricerche se lo status di circoncisione fa la differenza in termini di HIV acquisiti attraverso insertive sesso anale, ma questa ricerca non ha mostrato nessuna differenza tra i due gruppi. Da notare comunque una percentuale di aumento del 3-7% di HIV nei maschi circoncisi. Nel rapporto eterosessuale è stato notato come i circoncisi trasmettano più frequentemente e velocemente l’HIV al proprio partner. Di conseguenza, la circoncisione NON è una strategia di riduzione del rischio HIV (Studi IAS a Sydney nel luglio 2009.)

I rischi e gli effetti nocivi della circoncisione sono:

a. maggiori rischi di MRSA ed altre infezioni nei neonati [Annunziato, Donovan; Sauer].
b. La morte e gravi complicanze provocato un’invalidità permanente.
c. Sessuale effetti collaterali e la perdita di sensibilità dalla circoncisione [Kim; Sorrells].
d. Conseguenze psicologiche tra cui quelli analogici neonato di PTSD [Taddio], la dissociazione [Rhinehart], e comportamenti di dipendenza [Laumann].

Australia contro la Circoncisione come mezzo per prevenire HIVultima modifica: 2011-05-13T12:21:00+02:00da elefantino24
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Australia contro la Circoncisione come mezzo per prevenire HIV

  1. se non erro già nel 2008 il ministero della sanità italiana, diceva che la circ. non previene l’hiv x omosex e etero….

  2. l’hiv l’aids.. le mst.. si trasmettono solo x contatto con sperma e sangue.. quindi evitiamo di ingannare la gente.. la circoncisione non serve a nulla.. solo il preservativo previene.. protegge.. al 99,9% da hiv-aids-mst!!!

I commenti sono chiusi.